OMB2. Centri storici: flussi, mobilità, pratiche di riappropriazione nella transizione verso il post-pandemia

 

Le misure contenitive della pandemia di covid-19 hanno messo in crisi la base economica dei centri storici. La diminuzione dei flussi turistici e la diffusione dello smart-working, ancora più delle chiusure temporanee di esercizi commerciali e attrazioni culturali, hanno radicalmente ridefinito le pratiche di fruizione e mobilità degli e negli spazi urbani. La crisi economica che ne è derivata ha offerto tuttavia l’occasione per mettere in discussione la sostenibilità economica e sociale del modello di sviluppo urbano impostosi negli ultimi decenni, che ha destinato i centri storici a funzioni prevalentemente temporanee legate al loisir e al “consumo di città”, piuttosto che di carattere residenziale e abitativo. Al di là del tenore talvolta retorico di visioni che invocano il rinascimento dei centri storici attraverso una loro restituzione alla cittadinanza, è cruciale interrogarsi sulle modalità di fruizione e di riappropriazione degli spazi centrali nella transizione verso il postpandemia e su come queste prefigurino diversi scenari e modelli di sviluppo urbano. Pertanto, questa sessione intende ospitare contributi ispirati ai seguenti punti:

– Le trasformazioni dei flussi (di turisti, residenti, …) nei centri storici;

– I cambiamenti nell’uso e nella funzione degli spazi pubblici urbani;

– Le pratiche di mobilità, fruizione e riappropriazione dei centri storici.

 

Loda M., Bonati S., Puttilli M. (2020), History to eat. The foodification of the historical centre of Florence,

Cities, 103.

Picone M. (2021), Shifting imageries: Gentrification and the new touristic images of the inner city of Palermo, in Banini T., Ilovan O.R., Representing place and territorial identities in Europe: Discourses, images, and practices, Cham, Springer, pp. 37-48.

Sequera J, Nofre J. (2018), Shaken, not stirred: New debates on touristification and the limits of gentrification, CITY – Analysis of Urban Trends, Culture, Theory, Policy, Action, 22 (5–6), pp. 843-855.

 

Profilo proponenti

 

Mirella Loda è Professore ordinario di geografia presso l’Università di Firenze. Si occupa del cambiamento sociale ed economico nella città contemporanea, con particolare attenzione alla gestione e fruizione dello spazio pubblico urbano.

 

Matteo Puttilli è professore associato di geografia presso l’Università di Firenze. I suoi interessi di ricerca si collocano all’intersezione tra la geografia sociale, politica e ambientale con particolare attenzione ai temi della giustizia socio-spaziale e delle politiche territoriali.

 

Marco Picone è professore associato di geografia presso l’Università di Palermo. Si occupa di geografia urbana e sociale, con particolare attenzione alle periferie, alle rappresentazioni e alle disuguaglianze socioeconomiche.

 

Email di riferimento

 

matteo.puttilli@unifi.it

INVIA QUI LA TUA PROPOSTA