ITR 1. Traveling Geographies. Idee, tradizioni e approcci geografici fra mobilità e resistenze

 

Nel suo saggio del 1982 “Traveling theory”, Edward Said propone di rileggere la produzione dei saperi come  il prodotto mai stabile di un intreccio di movimenti che attraversano tempi, spazi e discipline. Le teorie  viaggiano e nel corso dei loro itinerari si trasformano, adattandosi di volta in volta ai contesti sociali, politici  e culturali che incontrano nel loro procedere. Tuttavia, come ogni esperienza di mobilità insegna, le geografie  teoriche non sono fatte solo di passaggi, ma anche di confini e sbarramenti che possono interferire con la  circolazione di voci e idee.

Il sapere geografico non fa naturalmente eccezione, rivelando il peso che dialoghi e incontri hanno avuto  nel susseguirsi di scuole, tradizioni e paradigmi. L’obiettivo della sessione è di riflettere criticamente su come  teorie, concetti, testi, modelli e idee abbiano circolato e circolino oggi all’interno della geografia italiana scandendone gli sviluppi e articolandone i dibattiti. In particolare, la sessione accoglierà proposte di  contributo che affrontino, fra gli altri, i seguenti temi:

– L’evoluzione spazio-temporale delle tradizioni geografiche in Italia

– Anticipazioni, conflitti e incomprensioni: le difficoltà di circolazione del pensiero e delle idee

– Il dialogo fra la geografia italiana e la geografia anglo-americana mainstream

– L’esperienza di Geografia Democratica e i suoi legami con la geografia radicale d’oltralpe

– L’impatto della New Cultural Geography in Italia

– La geografia sociale fra Italia e Francia

– Fra nord globale e sud globale: l’ambiguo posizionamento degli studi urbani italiani

Bal, M. (2002). Travelling concepts in the humanities. A rough guide. Toronto: University of Toronto Press.

Livingstone, D. N. (1995). Geographical Traditions. Transactions of the Institute of British Geographers,  20(4), 420-2.  Minca, C. (2005). Italian cultural geography, or the history of a prolific absence. Social & Cultural Geography,  6(6), 927-49.

Said, E. W. (1983). Traveling theory. In The world, the text, and the critic. Cambridge: Harvard University  Press.

 

Profilo proponenti

 

Chiara Giubilaro è ricercatrice all’Università di Palermo. I suoi principali campi di interesse sono gli studi urbani critici, la geopolitica popolare e la cultura visuale. Attualmente lavora sulla relazione fra pratiche di  trasformazione urbana a base culturale e giustizia sociale nel sud Europa.

Anna Casaglia è ricercatrice all’Università di Trento. I suoi interessi riguardano la geografia politica critica e  si occupa di confini e mobilità, aspetti spaziali delle relazioni di potere e ingiustizia, populismo e revival territoriale, crisi climatica e sicurezza, geopolitica popolare.

 

Email di riferimento

 

anna.casaglia@unitn.it

 

 

INVIA QUI LA TUA PROPOSTA