Escursione nelle Dolomiti  

Numero minimo di partecipanti: 12

Numero massimo di partecipanti: 25

Partenza prevista da Padova: sabato 11 settembre, ore 14.00

Rientro previsto a Padova: lunedì 13 settembre, ore 17.00

Quota (trasporto, alloggio, pasti): 350 euro.

Per informazioni: etta.castiglioni@unipd.it,  sara.luchetta@unipd.itsabrina.meneghello@phd.unipd.it

Le Dolomiti venete: le mobilità verso, nella e dalla montagna

Il paesaggio attuale delle Dolomiti venete può essere letto attraverso tante diverse forme di mobilità (di uomini, animali e piante, elementi, merci, ecc.) che si sovrappongono nel tempo e si intrecciano nello spazio in una fitta trama di pratiche, materialità e rappresentazioni. Si tratta di mobilità a diverse scale, da quella locale a quella mondiale (che assume importanza crescente con riferimento all’inserimento nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e ai grandi eventi che hanno interessato e interesseranno l’area nel prossimo futuro) e che si sviluppano contemporaneamente verso l’area, all’interno dell’area e dall’area. Spopolamento e fuga dei cervelli, pendolarismo, turismo nelle sue varie forme, produzioni tradizionali e industriali, sviluppo idroelettrico, rinselvatichimento, effetti degli eventi meteorologici estremi sono solo alcuni dei fenomeni connessi alle mobilità che trovano evidenza nel paesaggio delle vallate del Cadore e dell’Ampezzo, e con cui sarà possibile confrontarsi durante l’escursione.